Fiducia e crescita: la prospettiva italiana

PwC's 21st CEO Survey: The anxious optimist in the corner office

La prospettiva italiana

Il record quest’anno per il numero di CEO che a livello globale si dichiara ottimista rispetto allo sviluppo economico a livello mondiale. Anche in Italia - dove l’analisi pubblicata a gennaio 2017 aveva registrato un calo della fiducia sia sul quadro globale che rispetto alle performance aziendali - i CEO italiani ritrovano un significativo ottimismo.

Il 57% dei CEO a livello mondiale si dichiara fiducioso nella crescita dell’economia globale nei prossimi 12 mesi (quasi il doppio rispetto al 29% dello scorso anno), registrando l’incremento più elevato da quando PwC ha avviato nel 2012 l’analisi circa le attese sulla crescita globale. Questo balzo della fiducia è confermato dai CEO italiani: il 59% ritiene che l’economia globale migliorerà nei prossimi 12 mesi, 23 punti percentuali in più rispetto al dato 2017 del 36%. 

 

Record CEO optimism


I risultati italiani

Globalizzazione

I CEO italiani risultano essere più fiduciosi rispetto al resto del mondo sia in termini di miglioramento dell’economia mondiale sia di crescita del proprio business. 

I CEO italiani puntano in maniera significativa sulla crescita organica, sulla riduzione dei costi e sulle operazioni di natura straordinaria quali M&A, JVs e alleanze.

Francia, USA e Germania sono i Paesi identificati dai CEO italiani come target con maggiori opportunità di crescita.

I principali fattori considerati potenzialmente destabilizzanti per la crescita sono l’eccesso di regolamentazione, l’inadeguatezza delle infrastrutture di base e l’aumento del carico fiscale.

La globalizzazione ha aumentato la movimentazione di capitale, persone, beni e informazione, migliorando la connettività e l’accesso a servizi e infrastrutture di base.

Fiducia e ruoli

Anche per i CEO Italiani le due principali sfide sono la pressione a ottenere risultati aziendali in tempi brevi e la pressione a ritenere responsabili i managers per eventuali performance aziendali non soddisfacienti.

I CEO italiani si dimostrano meno propensi rispetto ad i CEO del resto del mondo, a monitorare il rapporto tra management e dipendenti in termini di fiducia.

Allineati ai CEO del resto del mondo, nel sottolineare l’importanza di creare un rapporto di fiducia con i propri clienti adottando diversi misure per rafforzarlo quali una maggiore trasparenza sulle strategie di medio termine.

Tecnologia e talento

Quasi il 50% dei CEOs italiani prevede un aumento dei dipendenti in azienda nei prossimi 12 mesi, dato significativo anche se in leggera diminuzione rispetto allo scorso anno.

Rispetto alla media globale i CEO italiani sono più propensi a cercare competenze tecnologiche all’esterno.

I CEO Italiani sono meno preoccupati riguardo la reperibilità e la disponibilità di skills digitali rispetto alla media globale dimostrando una certa confidenza riguardo la propria forza lavoro.

 

 


Explore the data

{{filterContent.facetedTitle}}

{{contentList.dataService.numberHits}} {{contentList.dataService.numberHits == 1 ? 'result' : 'results'}}
{{contentList.loadingText}}

Contact us

Nicola Anzivino

Partner, PwC Italy

Tel: +39 02 80646334

Follow us