Bribery and corruption

Oltre il 70% dei mercati nel mondo è caratterizzato da un elevato rischio di corruzione. Per contrastare questo fenomeno tutte le organizzazioni internazionali e transnazionali, insieme agli organi legislativi di diversi Paesi, hanno varato negli ultimi decenni un numero sempre maggiore di norme di portata extra-territoriale per il contrasto alla corruzione, conducendo una strenua lotta contro i corruttori residenti ovunque nel mondo.

Queste norme impongono il rispetto di obblighi e specifiche procedure incardinate sui processi aziendali volte a prevenire e mitigare il rischio di corruzione. La verifica del rispetto di queste norme avviene spesso attraverso procedimenti amministrativi e penali, che possono costare alle imprese coinvolte gravi sanzioni economiche.

Anche un solo "incidente" può diventare la premessa per l’avvio di investigazioni da parte delle autorità competenti volte ad accertare la realizzazione di schemi corruttivi o anche solo il tentativo di metterli in atto.

Tutte le organizzazioni sono potenzialmente esposte al rischio di corruzione e non solo società multinazionali e di grandi dimensioni. Ritenere di esserne immuni significa non gestire il rischio.

Al contrario, è necessario assicurarsi che la propria organizzazione risponda agli standard internazionali anticorruzione.


Come possiamo aiutarvi

Lavoriamo con i nostri clienti per verificare, definire e sviluppare soluzioni anticorruzione e per investigare i casi sospetti.

Un team congiunto Anticorruption di PwC Forensic Services e Risk Assurance, grazie all’esperienza e alle approfondite conoscenze nell’ambito della regolamentazione internazionale, assiste i clienti nelle attività di compliance alla normativa internazionale, nella comprensione degli obblighi e nell’analisi delle ricadute sulla struttura organizzativa aziendale.

Forniamo, inoltre, assistenza nelle attività di valutazione del rischio di corruzione legato:

  • al Paese in cui si opera
  • al mercato di riferimento
  • al modello di business adottato
  • all’efficacia delle funzioni di controllo interno

Tra i principali servizi in ambito anticorruzione che rispondono agli obblighi normativi e alle best practice internazionali figurano:

Investigazioni contabili e societarie

Effettuate nell’ambito di procedimenti legali o di indagini da parte delle autorità competenti avviate in forza di un presunto schema corruttivo.

Piani di remediation

Predisposti a seguito di accertate condotte fraudolente e volti ad evitare il ripetersi di schemi corruttivi.

Due Diligence su terze parti

Effettuate tramite lo svolgimento di attività di corporate intelligence.

Due Diligence anticorruzione nell’ambito di operazioni M&A

Da effettuare a seguito dell’obbligo imposto dagli organismi regolatori internazionali di valutare il rischio di corruzione legato ad un’operazione M&A che abbia come target un’impresa residente in un Paese ad elevato rischio di corruzione. Le imprese italiane esposte a tali regolamentazioni sono, quindi, obbligate ad effettuare specifiche due diligence su imprese target residenti in Paesi a rischio. Inoltre, per incrementare la propria attrattiva verso potenziali investitori stranieri, è fondamentale, pur in imprese italiane, adottare le dovute misure di compliance di contrasto al fenomeno corruzione.

Inoltre, insieme al team Risk Assurance, svolgiamo i seguenti servizi:

Valutazioni del programma di compliance anticorruzione

effettuate nel rispetto dei principi e delle best practice internazionali, sia nell’ambito di procedimenti legali che di operazioni straordinarie con investitori esteri.

Formazione al personale dipendente e a partner commerciali

Tramite la definizione e la realizzazione di programmi di training anticorruzione.

 

Il nostro network può contare su professionisti italiani esperti in regolamentazione internazionale, frodi, contabilità, analisi finanziaria e comprende ex membri di Autorità di Controllo e delle forze dell’ordine.

I servizi anticorruzione sono finalizzati a:

  • proteggere la reputazione dei clienti sia nel Paese di residenza sia all’estero
  • aggiornare e rafforzare le misure di compliance e di controllo interno per prevenire e mitigare il rischio di corruzione
  • minimizzare le perdite sia dirette che indirette legate a fenomeni corruttivi
  • affrontare procedimenti amministrativi e penali avviati da Autorità internazionali e sovranazionali