ReportCalcio 2014

Ancora una volta, tramite questa 4a edizione di ReportCalcio, PwC continua nel proprio intento di creare cultura finanziaria nel mondo dello sport, divulgando strumenti di analisi e informazioni economiche ai principali stakeholder dell’industria del calcio italiano.

I dati relativi al periodo 2012-2013 elaborati con i nostri partner AREL e FIGC, confermano che il processo di trasformazione del calcio italiano non rallenta, sebbene non sia ancora chiaro quale modello di business ne caratterizzerà il prossimo futuro. Per meglio comprendere tale evoluzione è necessario ripercorrere a grandi linee cosa sia successo dall’inizio della crisi dei mercati finanziari dal 2007 a oggi. Le banche italiane hanno raccolto 200 miliardi di euro e generato sofferenze per circa 110 miliardi; in pratica ogni 2 euro di raccolta ne hanno messo a rischio 1, finanziando imprese e famiglie che oggi faticano a far fronte ai propri impegni. Il nostro debito sovrano è passato da 1,7 a 2,0 trilioni di euro, e il rischio paese Italia è valutato essere circa tre volte superiore a quello tedesco. Il Prodotto Interno Lordo è stagnante, cresciuto solo dello 0,8% rispetto al 2007, e il tasso di disoccupazione è passato dal 6,1% al 10,7%. Una vera rivoluzione.