15th Global CEO Survey Italia

Nota: Per visualizzare correttamente la pagina è necessario installare l'Adobe Flash Player Plugin e abilitare JavaScript


Promuovere la crescita

La 15a CEO Survey di PwC è stata condotta negli ultimi mesi del 2011 e ha coinvolto più di 1.250 top manager in tutto il mondo. Obiettivo dell’indagine è stato raccogliere il sentiment dei CEO mondiali sull’attuale situazione economica e sulle prospettive a breve e medio termine. La partecipazione italiana alla Survey è stata particolarmente significativa con oltre 40 top manager intervistati.

Key findings

Prospettive di crescita

I CEO italiani sono pessimisti per i prossimi 12 mesi in relazione all’incertezza del quadro macroeconomico nazionale ed europeo e alla mancanza di stabilità dei mercati finanziari. Sono tuttavia fiduciosi per le prospettive di crescita delle loro società negli anni successivi.

  Come vedono i CEO italiani il futuro delle loro aziende e su che cosa stanno puntando per difendere top line e profitability in questo momento d'incertezza? Andrea Cabrini, direttore di Class Cnbc, intervista Nicola Anzivino, Partner PwC.

Priorità strategiche

Lo sviluppo di nuovi mercati geografici e di nuovi prodotti/servizi sono le priorità strategiche delle aziende italiane per i prossimi anni: la crescita internazionale sarà indirizzata soprattutto verso i Paesi BRIC e la Turchia con l’obiettivo di raggiungere nuovi clienti ma anche di investire in nuove strutture produttive locali, colmando il gap d’internazionalizzazione che ancora caratterizza alcune aziende italiane.

  Che tipo di innovazione fanno le aziende italiane e su cosa puntano per rilanciare le eccellenze italiane? Andrea Cabrini, direttore di Class Cnbc, intervista Nicola Anzivino, Partner PwC.

Innovazione

L'innovazione di prodotto e di processo è un tema importante sia per essere più competitivi sui nuovi mercati geografici target sia per aggredire/creare nuove nicchie di prodotti/servizi ad alto valore aggiunto.

Potenziali rischi

La strategia di business dei prossimi anni verrà influenzata sia dalla riconsiderazione dell’attuale struttura del capitale (utilizzo della leva finanziaria) sia dalle difficoltà di finanziare i nuovi investimenti necessari per la crescita.

Talenti in azienda

Informazioni su produttività, ritorno degli investimenti e opinioni dei dipendenti sono essenziali per prendere decisioni corrette sullo sviluppo delle risorse umane. Non sempre sono disponibili, soprattutto con riferimento alla misurazione del ritorno degli investimenti in capitale umano.

  Come si muovono le società italiane per reclutare e valorizzare i talenti? Andrea Cabrini, direttore di Class Cnbc, intervista Nicola Anzivino, Partner PwC.