PwC per NUR Energie Ltd

View this page in: English

Nell’ambito della nuova Direttiva Rinnovabili (2009/28/EC), PwC ha intrapreso uno studio relativo agli impatti dei meccanismi di cooperazione per l’importazione dell’energia elettrica da Paesi Terzi. Tale cooperazione apre il mercato energetico Euromediterraneo ad una vasta gamma di opportunità finanziarie per operatori industriali in tutti i Paesi del Middle East North Africa (MENA).

Al fine di acquisire gli elementi base per lo studio di fattibilità di un progetto comune in Tunisia ad opera di NurEnergie, PwC ha analizzato i seguenti elementi di contesto:

  • il processo di riconoscimento dell'energia generata all'estero, incluso il sistema delle Garanzie d'Origine;
  • il meccanismo incentivante proposto per gli importatori di energia, per fornire un supporto stabile per la stima dei flussi di cassa;
  • la posizione della Commissione europea in materia di contratti PPA (Power Purchase Agreement) di lungo periodo, giudicati dal cliente come il migliore strumento per garantire la bancabilità dell'iniziativa;
  • gli strumenti finanziari disponibili e la questione del market failure di lungo periodo, in una situazione in cui i contratti PPA possono entrare in conflitto con la legislazione comunitario relativa al mercato interno;
  • il processo politico da attivare per impostare un accordo bilaterale al progetto comune e ai suoi contenuti fondamentali.

I risultati

PwC Italia ha prodotto un’analisi a supporto del processo decisionale del cliente in relazione allo sviluppo del progetto:
  • Principi relativi agli accordi PPA nel contesto europeo;
  • Elementi del dibattito in corso in Italia e in Europa circa i meccanismi di cooperazione;
  • Misure di sostegno agli investimenti nel lungo periodo nel quadro dell’articolo 9 della Direttiva Rinnovabili per il mercato energetico italiano;
  • Indicazioni e principali ostacoli;
  • Predisposizione di una Roadmap.

Benefici per il cliente

Tra i vantaggi individuati per il cliente si possono menzionare:
  • mappatura degli stakeholders in vista di un eventuale accordo bilaterale sul progetto;
  • ipotesi sui meccanismi di incentivazione, considerando i sistemi incentivanti dei Paesi coinvolti;
  • individuazione dei possibili strumenti del mercato finanziario da gestire per garantire la bancabilità del progetto per i costi non coperti da incentivo;
  • analisi delle condizioni istituzionali finalizzate al successo del progetto.