Conclusioni

View this page in: English

Il Comitato Scientifico ha svolto un importantissimo e impegnativo ruolo.

Gli auspici che hanno accompagnato il "Progetto Corporate Governance per l'Italia” sono tanti, ma vale la pena di segnalare i più importanti.

  • Il primo è che il lavoro svolto possa fornire un utile spunto verso una revisione delle normative e del diritto societario.

  • Il secondo è che il risultato finale di questo Progetto possa offrire al Legislatore migliori elementi di riferimento e, soprattutto, una miglior consapevolezza delle implicazioni attuative delle leggi. Poiché tuttavia questo potrebbe apparire un punto delicato, desideriamo chiarire che lo spirito con il quale PricewaterhouseCoopers e il Comitato Scientifico hanno affrontato il Progetto non è quello della competizione o dell'indebita pressione sul Legislatore, bensì quello della migliore collaborazione a che il Suo compito risulti agevolato.

  • Il terzo auspicio è quello di proporre uno stimolo forte all'elaborazione di nuovi codici di comportamento che, se ispirati anche ai risultati prodotti dal Progetto, non potranno che favorire un miglioramento della reputazione delle aziende che li adotteranno e li attueranno. Nasceranno così le premesse per il loro successo futuro in un mercato che si andrà sempre più globalizzando e che guarderà con sempre maggiore attenzione al fatto che gli aspetti dell'efficienza e dell'efficacia operativa, della trasparenza e della legalità vengano rigorosamente rispettati.

Vogliamo credere che i risultati di questo Progetto possano portare un contributo al nostro Paese. Per noi, ma forse per tutti, ne è comunque valsa la pena.